Parco di Monserrato, il giardino storico di Sassari

0
39
Parco di Monserrato
Condividi

Ieri, 29 aprile, abbiamo visitato lo splendido parco di Monserrato. Questo è stato selezionato assieme ad altri 7 giardini storici sardi per delle piacevoli passeggiate alla scoperta di questi gioielli naturali.

Gli altri sono:

  • Stabilimento Pernis-Vacca (Milis)
  • Orto Botanico (Cagliari)
  • Parco Aymerich (Laconi)
  • Parco di Villa Piercy (Badde Salighes)
  • Compendio Garibaldino (Caprera)
  • Parco di San Leonardo di Siete Fuentes

Parco di Monserrato – La storia

Il luogo dove sorse il parco di Monserrato apparteneva nel ‘6oo ai ricchi commercianti valenzani Navarro. Di seguito passò di mano in mano, fino ad arrivare a Giovanni Antonio Sanna.  Questi, famoso a Sassari anche per il museo nazionale, lo acquistò nel 1866 e decise di trasformarlo radicalmente. L’area del parco di Monserrato passò quindi da semplice tenuta agricola extra-urbana a villa residenziale in stile neoclassico, adatta per passare l’estate con la famiglia.

Fu lui ad ideare il sistema idraulico che alimentava il Tempietto delle Acque, il Ninfeo, oltre che realizzare i giardini in uno stile misto italiano formale e inglese, con piccoli angoli e nicchie riparati e nascosti dagli alberi, dove si poteva sostare, leggere o riposare.

Parco di Monserrato - Torre di caccia

Tra il Sanna e il suo successore – il barone Giuseppe Giordano Apostoli, che aveva sposato sua figlia, proprietario anche dello splendido palazzo ora sede di Banca Intesa, in Piazza d’Italia – vennero realizzati degli splendidi belvedere che in parte sono scomparsi e in parte si possono ancora apprezzare, come la Torre di Caccia e la Vasca del Belvedere, da cui si può godere uno bel panorama sul parco di Monserrato e la vallata.

Nella parte superiore era presente anche la casa padronale e una chiesetta campestre dedicata alla Madonna di Monserrato, realizzata come ringraziamento per aver risparmiato la famiglia da un’epidemia scoppiata a Sassari, ora patrona del gremio dei Sarti.

Cappella della Madonna di Monserrato

Parco di Monserrato – Decadenza e recupero

Il parco decadde con la vendita effettuata da Giordano Apostoli, che si spostò a Roma per fare politica, e dopo la Seconda Guerra Mondiale l’immensa tenuta – un tempo di 20 ettari – venne via via venduta, riducendosi agli appena 6 attuali.

Solo di recente, tra gli anni ’90 e i primi 2000, il comune ha deciso il recupero e il restauro del parco di Monserrato, che è diventato un luogo perfetto per rilassarsi e passeggiare, in una cornice naturale di grande pace e bellezza.

Alberto Massaiu

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here