L’isola di Tavolara

0
219
Condividi

Avete mai sentito parlare dell’isola di Tavolara?

Situata nel golfo di Olbia, è una delle meraviglie sarde che meritano di essere visitate almeno una volta nella vita.

L’isola

La piccola isoletta, con i suoi 560 metri d’altezza, si presenta come una vertiginosa montagna che emerge dal mare e si affaccia sul golfo di Olbia. Grazie alla sua maestosità e alla sua particolare forma è visibile da tutte le spiagge della costa nord-orientale della Sardegna. Si tratta proprio di un elemento caratteristico della zona, una presenza costante grazie alla quale riusciamo a orientarci.

L’isola di Tavolara è la perfetta fusione tra mare e montagna. Il suo paesaggio mozzafiato si divide, infatti, tra rocce calcaree e acque cristalline. Un ambiente incontaminato che offre la possibilità di immergersi nella pace e nella tranquillità di una natura pura e selvaggia.

Come raggiungerla?

Arrivare nell’isola di Tavolara è molto semplice. Infatti, le opzioni sono due: tramite battello o con piccole imbarcazioni, anche a noleggio, come gommoni e barche. Il luogo più vicino da cui tutti i giorni partono i traghetti per l’isola è Porto San Paolo. In alternativa è possibile partire anche da altre località del golfo di Olbia come Golfo Aranci.

Cimitero: l'isola di Tavolara del golfo di Olbia

Il regno di Tavolara: leggenda o realtà?

Chi frequenta abitualmente l’isola non potrebbe non conoscerlo: è lui, Antonio Bertoleoni, il re di Tavolara. Si tratta di un anziano signore di 86 anni con tante storie affascinanti da raccontare, che ora si dedica allo sviluppo turistico dell’isola.

Ebbene sì, si tratta proprio di una storia vera. Una storia insolita e ricca di fascino che ha origine nel 1807, quando il genovese Giuseppe Bertoleoni giunge nell’isola di Tavolara. Incantato dalla bellezza di quest’isola totalmente disabitata, decide di stabilirvisi assieme alla sua famiglia.

Nasce il regno

La svolta arriva nel 1836, quando Carlo Alberto di Savoia, re di Sardegna, sbarca a Tavolara curioso di vedere le famose capre dai denti d’oro che la popolano. Quando arriva, incontra Giuseppe Bertoleoni che si presenta come “il re dell’isola di Tavolara”, nonostante non ci sia nessun documento che lo attesti. Ed è proprio questo il motivo che spinge Carlo Alberto a nominarlo re dell’isola e a sancire la nascita del regno di Tavolara.

Purtroppo, l’unico documento firmato da Carlo Alberto che attestava la sovranità della famiglia Bertoleoni, è andato perso, ma l’attuale re afferma di averlo visto con i suoi occhi in passato.

Punta Spalmatore: l'isola di Tavolara del golfo di Olbia

Le bellezze dell’isola di Tavolara

La piccola isola del golfo di Olbia è un vero e proprio esempio di bellezza sarda, in quanto caratterizzata da spiagge incontaminate e acque cristalline. Tra le varie spiagge, due sono quelle più famose: Spalmatore di Terra e Il Passetto. La zona più nota dell’isola è, senza dubbio, Spalmatore di Terra, che presenta una sabbia chiara tendente al rosa e delle acque limpide color verde smeraldo.

Nell’estremità sud-occidentale dell’isola di Tavolara troviamo, invece, Punta Spalmatore. Si tratta di una sorta di isoletta collegata tramite la Spiaggia del Passetto. Quest’ultima si presenta come una lingua di sabbia candida, lambita su entrambi i lati da un mare limpido e cristallino. Una spiaggia spettacolare e fuori dal comune che merita di essere visitata.

l'isola di Tavolara del golfo di Olbia

Un’esperienza a contatto con la natura

Camminando lungo i sentieri dell’isola di Tavolara ci si può immergere nella sua natura selvaggia e incontaminata, godendo di uno splendido paesaggio e dei profumi della vegetazione del luogo. Il protagonista indiscusso è il ginepro, accompagnato da lentisco, cisto, elicriso e tante specie endemiche.

I boschetti di acero minore sono limitati dall’azione delle capre selvatiche, le quali si cibano anche di elicriso, il fiore giallo che, probabilmente, è la causa della colorazione dorata della dentatura di alcune di esse.

Inoltre, la piccola isola del golfo di Olbia fa parte dell’Area Marina Protetta Tavolara – Punta Coda Cavallo ed è caratterizzata dalla presenza di una ricchissima avifauna tra cui falchi, cormorani, gabbiani e l’aquila reale che nidifica sulla cima dell’isola.

l'isola di Tavolara del golfo di Olbia

Servizi ed eventi

Sull’isola di Tavolara è possibile alloggiare in un B&B e assaporare i deliziosi piatti a base di pesce nei due ristoranti: “Da Tonino Re di Tavolara”, di proprietà di Antonio Bertoleoni, e nel ristorante e bar “La Corona”.

Inoltre, vicino ai ristoranti si trova l’area in cui ogni anno nel mese di luglio si svolge “Una notte in Italia”, il festival del cinema italiano dell’isola di Tavolara, un evento che riguarda in particolare il “cinema minore” e le produzioni sarde.

Noi di Heart of Sardinia abbiamo l’onore di essere stati scelti come app ufficiale dell’evento.

Clicca qui per scaricare l’app e scopri tutti i dettagli del programma nella sezione Eventi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here